A filo unicoA filo unicoA filo unicoA filo unicoA filo unicoA filo unicoA filo unicoA filo unicoA filo unico





CON LE MANI

A chi lavora con le mani,
altro non si può chiedere.
Collegate a tutto il resto,
già le mani lavorano.

Lasciate dunque stare,
quando già lavorano
le mani: ringraziate!
E più leggeri andate.....



NELLE SPOLETTE

I brandelli sfilacciati
dei pensieri altri, cadono
già dissolventi nel mucchio:
degli stracci da buttare.

I fili rilucenti dei pensieri
intempestivi ho riavvolto
diligentemente nelle opportune
spolette in gradazione,
ordinatissime per sfumature,
già pronte alla bisogna.

Opportunamente attendono
d'essere ripresi quei fili,
forse usati per nuovi intrecci:
ora riposano nel cesto grande.

Così nell'insondabile vuoto
azzurro-blu, affascinata posso
stare immersa di sole-tepore:
senza confinante percezione alcuna
di limite corporeo, né sensazione.
NEL FIATO

Come filo secretum:
come bava di bruco
dalla bocca: tesserò
delle parole il filo.

Mai più m'imbozzolerò;
a brani le coriacee trame:
D'ali parole balzerò
via: anche d'inquieto volo.

A me signore, le parole.
Irrefrenabili m'escono,
d'energia propria: sole
senza fatica alcuna:
vivo consolazioni.

Naturali nel fiato
si fanno udire lievi
mute esigono i segni
in semplici sussurri.

Tavolta m'assordano,
di note musicali intrise.
poi negli echi: melodia
ché naturale canto.

Dolci mi governano: forze
d'infinito a me superiori:
e così con loro anch'io
come ri-esco: gioco:
nei luminosi suoni.




VENTO

Fra le ingiardinate parole:
scegliere quei fiori rari
che diranno del cuore,
il sussurro lieve.
Il profumo essenza
alitante Vento.







Il libro "A filo unico. Poesia a uncinetto" è stato presentato
l'8 marzo 2008 a Sonopoli (PD). Alcuni interventi:

Margherita Didoné. Appassionate parole, di fuoco e di vento, parole di canto... Segni, punti-parole, Luce-colore, dell'essere vicina e distante, dell'"essere con" le concrete quotidiane manifestazioni delle esistenze. Il filo unico dell'Evoluzione [...] Appartiene alla poesia, al dono della poesia, la possibilità di rendere coesistenti una visione della realtà universale oggettiva concreta e insieme una visione personale, originale, soggettiva: unica visione con molteplici significati, dall'autrice scoperti, creati e ricreati. Nello scintillio rosso oro, nella Luce riflessa da soli-arcobaleni mi parla di Compassione e di Femminismo.


Lidianna Bonetto. In queste poesie si va all'essenza - c'è l'essenziale - ogni parola nella pienezza del suo significato è così definita - definitiva - sferica che può stare da sola, o intrecciarsi alle altre: è un filo, una superficie, un volume, una scultura. E si nota la ricerca dell'esattezza nell'uso della parola così come nei punti del lavoro a uncinetto: ogni punto al suo posto, in maglie perfettamente legate, altrettanto ogni parola è al suo posto, valutata scelta perfetta.


Daniela Menegazzo. I filati sovrapposti ri-velano con contrasti di luce ed ombra la profondità della trama, evidenziando il punto lavorato con l'uncinetto ed esercitando un forte richiamo alla curiosità, dove l'Arte fotografica, moderna pittura, con nitide pennellate descrive il punto dell'uncinetto, e l'Arte della parola con volute e colori si concretizza nella poesia.


In questa pagina del Mosaico
Poesie e lavori a uncinetto di Marilisa Marchiorello - www.marilisamarchiorello.com. Opere tratte dalla raccolta "A filo unico. Poesia a uncinetto", pubblicata dall'Istituto di Pedagogia Acquariana (febbraio 2008). I commenti di Margherita Didoné, Lidianna Bonetto e Daniela Menegazzo sono tratti dai loro interventi in occasione della presentazione del libro. Foto di Monica Alberton e Amedeo Sinico.  Progetto grafico di Monica Alberton. Tutti gli elementi di questa pagina sono soggetti a copyright. Pubblicato su Immaginario Sonoro il 22/04/08; aggiornato il 10/03/10.
Altre pagine della Galleria Mosaico »
Facebook Twitter Vimeo YouTube Amazon
Invia

COMMENTI

nome
email
città
commento
codice
  Copia questo codice nel campo qui sopra: knAmvCL