EsehcrutEsehcrutEsehcrutEsehcrutEsehcrutEsehcrutEsehcrutEsehcrutEsehcrut

Esehcrut è un'installazione artistica sonora 3D:
un'opera musicale da "sentire" con tutti i sensi
dal centro di sei grandi "Vele" bianche.
Un'esperienza di "ascolto totale", fatta di musiche suoni e voci,
ma anche di luci e brezze, vibrazioni e profumi…





Esehcrut - installazione artistica musicale


L'anteprima a Cittadella
Nell'antica chiesa del Torresino, 170 partecipanti dagli 8 ai 73 anni, 3 per ogni "viaggio notturno", 130 commenti raccolti... I "viaggiatori" e le foto »


Un'esperienza di ascolto "totale"


Nella penombra fresca e silenziosa sei grandi Vele si alzano, bianche: diverse per forma e orientamento, disposte in cerchio a formare una stella a sei punte. Noi, i tre "viaggiatori", ci avviciniamo, accompagnati dal Navigante, e prendiamo posto al centro delle Vele. Sta per iniziare il viaggio.

Le vele fremono e si animano di luce. Un suono lungo e vibrato ci raggiunge, dalle nostre spalle. Altri suoni, intensi e nuovi, ci avvolgono giungendo da tutto intorno e "ci portano via". E poi lievi brezze, profumi, voci, sorgenti di luce… appena percettibili. Ma i nostri sensi vibrano e rispondono.

Emergono dal nostro intimo emozioni, ricordi, desideri, immagini.
Siamo in viaggio, oltre i confini del tempo e dei luoghi. Più vicini che mai alla nostra interiorità. Ciascuno di noi, in questo viaggio, troverà le sue rive e i suoi approdi.

Luigi Alberton


Il Navigante racconta


Esehcrut racconta i viaggi del Navigante, su rotte non tracciate, oltre i confini del tempo e dello spazio. Verso se stesso. Esehcrut porta un messaggio di riconoscenza per la Natura, esprime il bisogno e la ricerca di valori profondi, per un rinnovato e consapevole incontro con noi stessi e la Natura. Leggi il racconto »




Gli autori


Il progetto e la musica di Esehcrut sono il frutto di cinque anni di ricerca sonora di
Luigi Alberton, "esploratore dell'arte", compositore e regista. Luigi Alberton »
Le Vele sono una installazione nata dall'incontro di Esehcrut
con la sensibilità espressiva di Bellarmino De Poli »




I dati dell'installazione





LA RICERCA MUSICALE, SONORA, POETICA
Quale impatto possono avere musica suono e parola sui sensi, le facoltà percettive, l'immaginazione, la Memoria Evolutiva? Il percorso di ricerca di Luigi Alberton »


IL PROGETTO DELLE VELE
Luogo ideale per l'ascolto immersivo dell'opera musicale, le Vele sono state create per Esehcrut da Bellarmino De Poli. La genesi e i significati simbolici »


IL LIBRO DI ESEHCRUT
Un libro fotografico racconta i viaggi del Navigante, i messaggi dell'opera, la ricerca musicale, la nascita delle Vele, e l'anteprima nel giugno del 2008. Il libro »



Credits


Tutti i credits dell'opera musicale »
Esehcrut - installazione artistica musicale © 2008 Luigi Alberton
Le Vele © 2008 Bellarmino De Poli


Nota. Testi di laurea su Esehcrut: Mariapia Pedrazzini
in "Installazioni artistico-musicali: Esehcrut e Il Terzo Paradiso",
laurea in Scienze dei Beni Culturali, Università Cattolica di Milano.



Vuoi portare Esehcrut nella tua città?
Scheda info-tecnica (installazione): scarica PDF
Contatta Immaginario Sonoro:
+39 340 1227982 -
info@immaginariosonoro.org
Facebook Twitter Vimeo YouTube Amazon
Invia

COMMENTI

nome
email
città
commento
codice
  Copia questo codice nel campo qui sopra: XI1Kgxr
 


Giuseppe | scritto 28/07/08

Esehcrut. Con curioso timore mi trovo seduto tra bianche vele stagliate verso il cielo.
Un respiro profondo, ed un altro ancora, a rallentare il battito cardiaco, il tempo, nel sentirmi immobile ma pronto, a cosa non so, disponibile nello spazio che tutt'attorno si amplifica.
Chiudo gli occhi a luci soffuse e una lieve brezza mi avvolge mentre acqua, a grosse gocce, cade nel vasto mare. Suoni che tracciano la rotta, parole come paesaggi che si offrono alla mia vista falesia dopo falesia, lingue, conosciute e non, a richiamare il mio io più profondo calamitandomi per entrare in esse e scoprire un nuovo modo di sentire, di farmi accarezzare.
Echi che vibrano sempre più cullandomi nel mio oscillare.
Suoni, parole, toni, tutti in sequenza, avvolti da una leggera nuvola di profumo a farmi affacciare, per poi approdare, in luoghi oltre lo spazio ed il tempo.
Mi espando nel sentirmi a mio agio, fondendomi con ciò che mi ha raggiunto, lasciandomi trasportare senza più timore, senza remore, seguendo le espressioni che così intense giungono mentre una goccia di sudore scivola lenta lungo la guancia a suggellare la fine-inizio di questo insieme di sensazioni da custodire, come propellente, nell'andare avanti verso viaggi emozionanti tutti da scoprire e vivere.

Brezza come carezze
Suoni come frantuma scudi
Voci come richiamo al risveglio
Profumi come un dolce oblio
Vele come mezzo per cogliere il proprio insieme.

E tu capitano, semi-virtuale, a colmare-completare con voce calma, sicura, la tua e vostra creazione per averne visione nella sua completezza, aggiungendo frammenti importanti per comprendere al meglio, per avere nuovi mezzi da cui cogliere quegli stimoli in maniera più sottile, profonda, tutto volto alla crescita individuale nell'individualità unica in ognuno di noi.
Un sentito grazie, che racchiude in se stima ed ammirazione a te Luigi, e a tutto lo Staff, per questo dono tra i doni. Un abbraccio di cuore a voi.

Emanuela | scritto 07/07/08

Un tuffo nel profondo antico di noi stessi... protesi verso il vento leggero del futuro. Grazie di cuore del prezioso dono.

Graziella | scritto 05/07/08

La visione, i toni e i suoni che sento, hanno rievocato dentro di me, dei ricordi di un'unione sentita o vissuta, di un popolo oramai estinto e remoto, quello degli indiani d'America. Visioni di vecchi saggi, che comunicavano con i loro avi, attraverso un raccoglimento spirituale; un sentire medianico, in piena sintonia. Riecheggi di parole, sussurri, voci musicali che continuo a percepire nella mia interiorità. Mi ha anche riportato al contatto fatato, con il mondo sconfinato della natura, un contesto ricco di scenari, paesaggi, dove tutto è un comunicare continuo, dove la bellezza si tinge di magia, laddove esiste un popolo privo di premeditazione, nel luogo in cui l'equilibrio è completo. Ringrazio molto Esehcrut che mi ha trasportato in questo itinerario fantastico.

Ida | scritto 05/07/08

turchese è il colore del tuo mare
turchese è il colore del tuo cielo
turchese è il colore dei tuoi occhi
possano queste bianche vele
o generosa madre terra
introdurmi
e donarmi la consapevolezza
che anch'io sono
una piccola parte
della tua immensa armonia

Claudio | scritto 04/07/08

Il silenzio finale è l'inizio del viaggio.

Flavio | scritto 04/07/08

Un viaggio indimenticabile tra sogni, luoghi dimenticati e mai scoperti…

Margherita | scritto 04/07/08

Sensazioni fresche / ma anche immenso calore / Un viaggio nell'essenza più profonda / Un viaggio verso la conoscenza e l'amore.

Miriam | scritto 04/07/08

Per me è stato un viaggio nell'essenza della vita, entrare nel proprio io e scoprire che cos'è la vita, nelle sue inquietudini e speranze. Nel suo mondo paradisiaco dove possono esserci sia sofferenze che i valori veri della vita. Grazie per questo viaggio così profondo e vero.

Oriella | scritto 04/07/08

Grande commozione, gioia, stupore, profondità, emozioni antiche, meraviglia, ancora commozione e grazie grazie per questo viaggio intenso bellissimo. Grazie di cuore.

Anita | scritto 4/07/08

Mi è piaciuta molto questa esperienza. È diversa e particolare. In alcuni punti ho provato paura e anche il fatto di trovarmi in una chiesa mi ha fatto un certo effetto.
Le vele mi sono piaciute molto: sarei stata non so quanto tempo a guardarle e trovo interessante il loro significato. Nell'ascoltare questi suoni non ho vissuto dei momenti del mio passato ma piuttosto ho visto delle immagini che sembravano essere parte di un film o di un libro illustrato. Sono contenta di questa esperienza.

Giuliana | scritto 04/07/08

Grazie per questo bellissimo regalo.

Emanuela | scritto 04/07/08

Grazie per il prezioso dono d'amore.

Michele | scritto 04/07/08

Ho vissuto questa esperienza con un po' di titubanza, non convinto di poter provare la sensazione di un viaggio, ma mi sono ricreduto. Ho viaggiato nei miei sogni. Per un attimo mi sono trovato fuori dagli standard che la vita di oggi ci sottopone ogni giorno e ho riscoperto in me i viaggi e la sensazione che volevo provare. Ad ognuno può dare sensazioni diverse, ma per me, aver riscoperto delle emozioni dimenticate e dei desideri di scoperta, mi ha reso più leggero e deciso verso il futuro, perciò vi ringrazio.

Valentina | scritto 04/07/08

Un viaggio oltre l'immaginazione, senza tempo e senza spazio. Grazie per questa avventura!!

Sofia | scritto 04/07/08

Un viaggio dentro e intorno a me stessa. Le funzioni vitali sembrano rallentate. Stordita e commossa. Mi scappa di dire semplicemente GRAZIE.

Francesco | scritto 03/07/08

Molte sono le cose, i momenti passati, le persone care a cui ho pensato sulla nave, sotto alle vele. Un po' come quando sto sul ponte di un traghetto, verso un luogo che amo, senza fretta, ho sentito il bisogno di stare a piedi nudi, ascoltare il vento e guardare la prua, le corde tese.

Carlo | scritto 03/07/08

Grazie, Luigi. Un viaggio bellissimo tra suoni colori profumi ricordi lontani e aspirazioni per il futuro. Tutto qui e ora in un'atmosfera magica e brillante. Grazie. Con affetto.

Mita | scritto 03/07/08

Sembrava di navigare, di cavalcare le onde lungo secoli, incontro ad orizzonti brillanti e ancora voci, emozioni… Tutto presente, tutto in movimento. Vi ringrazio di cuore per questo viaggio INCANTEVOLE.

Paolo | scritto 03/07/08

Grande Luigi! Conoscendoti, so che questa è la tua partenza, non il tuo arrivo. La tua rotta è tracciata. Quindi cazza le vele e salpa!

Walter | scritto 03/07/08

In attesa di risolvere questa sensazione di sospensione e decidere se la direzione è il futuro o il passato… Grazie per aver accresciuto il mio dubbio.

Betta | scritto 03/07/08

Come sentirsi presi al fianco da un suono… Sentirti trasportati e innamorarsi in pochi minuti senza sapere perché. Grazie per questa emozione.

Teresa | scritto 03/07/08

Per me è stato un viaggio tra mare e montagna, in una serenità totale, soffiata e sussurrata. Grazie.

Graziella | scritto 03/07/08

Veramente coinvolgente, mi ha trasportato in un mondo lontano, dagli Indiani d'America. Molto interessante e bello.

Amelia | scritto 03/07/08

Non so che ora sia, l'unica cosa che mi resta è l'aver danzato vestita di bianco, in una piazza.

Renato | scritto 03/07/08

Ancestrale incontro – futuro speranzoso – acqua e vita. Grazie.

E.M. | scritto 02/07/08

Un intreccio misterioso di emozioni... labile confine tra il reale e il surreale. Esperienza meravigliosa.

Antonio | scritto 02/07/08

Lo spazio, il viaggio...

Corrado | scritto 02/07/08

Straordinario. Affascinante!

Silvia | scritto 01/07/08

Un viaggio meraviglioso… Grazie.

Antonio | scritto 01/07/08

Un bellissimo viaggio nell'infinito.

Graziella | scritto 01/07/08

Limpidezza, aria pura, alta montagna, oceani immensi, un viaggio meravigliosamente vibrante di note che toccano il cuore. Grazie.

Federico | scritto 01/07/08

Ologramma, Eco Evocazioni – mi porti tra le praterie e laghi, marciando nella battaglia per la bellezza giustizia – volando / Artista strumento, coi tuoi strumenti nel vedere il tuo film, nel permettermi di vedere il mio film / Mostrandomi mi permetti di vedere / Dall'aereo bicicletta – dalla tua astronave mi hai guidato / mi hai portato, dentro la tua casa, fuori a volare e guardare, dentro la mia piramide dove ogni lato triangolo mi si trasforma in ali. Grazie.

Alessandra | scritto 01/07/08

È un'esperienza coinvolgente.

Silvia | scritto 01/07/08

Grazie.

E. | scritto 01/07/08

Sono entrata con lo sguardo fisso nel presente e i piedi piantati nel passato… sono uscita con lo sguardo proteso verso il futuro…

Cinzia | scritto 30/06/08

Un viaggio nelle emozioni oltre i confini della mente. Grazie.

Gina | scritto 30/06/08

Grazie

Lidianna | scritto 01/07/08

Primo commento.
Dove viaggiavo? nel cosmo o nella mia interiorità? la bellezza di ciò che ho udito e veduto e ri-conosciuto riecheggiava nella mia Coscienza e risvegliava ancestrali memorie di conoscenze sopite, energie in attesa di essere vissute e la consapevolezza che solamente l'espressione artistica crea e diffonde serenità e pace: così è stato meno duro il ritorno nel mondo esterno. Grazie grazie. Stupendo tutto.

Secondo commento.
Qualcuno mi accompagna ad iniziare il viaggio che si svilupperà tra incognite tappe. So di non essere sola, ho le spalle protette e alla fine qualcuno mi attenderà, mi porgerà una mano per sostenermi all'uscita. Così è la vita. L'oceano, le onde, la grotta, il procelloso mare: con gli occhi rivolti all'Infinito ascolto, assaporo, m'inebrio di profumi, mi avvolgo nei pregnanti silenzi. Vorrà l'Ulisse in me nascosto ritornare a casa? La mia vita, intrepido procedere nel mare della Conoscenza, la Mia Vita è - e sarà - la Mia Casa. Questo e molto altro ancora il mio sentire nel viaggio in Esehcrut, sia in loco che nel meraviglioso sito. GRAZIE!!! Grazie Luigi.

Stefano | scritto 30/06/08

Un'iperbolica emozione nell'infinto oceano dei sogni...

Cristina | scritto 30/06/08

Un viaggio nell'infinito del proprio Io.

Loretta | scritto 30/06/08

Ringrazio per le emozioni trovate e provate.

Deborah, Adriana | scritto 30/06/08

Le sensazioni e le emozioni provate sono state varie e piacevoli, ricordi di luoghi visitati e di esperienze vissute. Congratulazioni e complimenti.

Franco | scritto 30/06/08

Provare emozioni, provare sensazioni, intime, personali… si è in balia di una nuova esperienza, che ad un certo punto si spera duri più a lungo possibile.

Silvia | scritto 30/06/08

Grazie Monica, grazie Mino... ho provato delle emozioni!!! Avevo il corpo incollato alla sedia e solo contro la mia volontà mi sono alzata. Complimenti!!!

Angiola | scritto 30/06/08

Soavità, soavità, danza di parole, danza del vento, danza di note, danzanti i corpi che lasciano la materia e si librano. Si appropriano solo in parte, nel momentaneo tocco al suolo, per poi risalire correnti d'acqua, e suoni arcaici accompagnano la loro danza. Danza, danza, danza del mio sentire. Grazie infinitamente.

Stefano | scritto 30/06/08

Una situazione di trasporto verso un altro mondo. Complimenti… Emozionante!!!

Sofia (8 anni) | scritto 30/06/08

Mi sono sentita nella foresta con degli animali che stavano attaccando il popolo. Ma il più bello è stato il vento. Delle voci strane attaccavano il popolo. Era un mago potente che voleva attaccare il popolo per farsi re. Ho detto, appena uscita: "Già finito?"

Fabio | scritto 29/06/08

GIGI!

A.C. | scritto 29/06/08

Ciò che non si conosce aiuta a farci capire cosa vogliamo conoscere, l'agire immediato dei pensieri. Speriamo siano utili.

Giulia | scritto 29/06/08

Gocce che spero sentire ancora a lungo nell'arco della mia vita. Vi ringrazio.

Manuel | scritto 29/06/08

Non posso fare altro che ringraziarti per avermi fatto partecipare a questo bellissimo viaggio. Complimenti.

Chiara | scritto 29/06/08

Complimenti al creatore di questa meraviglia. Una mezz'ora intensa ed emozionante, ma al tempo rilassante. Mai visto e sentito niente di simile in tutta la mia vita… Fantastico. GRAZIE!

Marisa | scritto 29/06/08

Ci sarebbe bisogno di poter spesso estraniarsi dal nostro mondo, così frettoloso, così superficiale. Grazie.

Antonella | scritto 29/06/08

Immagine tra cielo e terra... Io in mezzo a questo spazio così infinito ho ritrovato loro, quelle persone che mi hanno dato la vita… divisi nel cielo… io sempre al centro…
All'inizio ero naufragata in un'isola, sentivo freddo, l'acqua addosso, l'aria fredda… Il pianoforte, forte dentro di me, ha scatenato le lacrime… GRAZIE PERCHÉ DA ANNI NON GUARDAVO L'INFINITO…

Dafne | scritto 29/06/08

Un viaggio incredibile tra l'onirico e le "porte dell'aldilà" che ti smuove dentro… Grazie!

Claudia | scritto 29/06/08

Non so se dovrei sentirmi usata da te… Quante volte chiamata e… mai tenuta. Poi penso alla pietra di Michelangelo e mi sento parte di quella roccia che tu devi amare, conoscere ed eliminare per arrivare al cuore di quello che sogni. A questo punto dico che SONO FIERA DI ESSERE PIETRA DA SCARTARE, se il risultato è questo. Grazie, Luigi. È stupendo quello che hai dentro.

Alessandro (14 anni) | scritto 29/06/08

Grazie per un piacevole viaggio tra ricordi ed emozioni...

Robi | scritto 29/06/08

Leggero come un aliante. Complimenti.

Francesco | scritto 28/06/08

Non so cosa sia accaduto là dentro, ma è più bello di quello che c'è fuori! Viaggiatore Francesco

Giuseppe | scritto 28/06/08

Un viaggio emozionante...

Marco | scritto 28/06/08

Carissimo Luigi, e anche carissimo Bellarmino, io ho sentito risuonare in Esehcrut le parole che abbiamo rivissuto oggi di Pietro Gentili: "Ogni atto creativo è anche un atto d'amore". Sarebbe già straordinario pensare una cosa come Esehcrut, ma realizzarla e offrirla anche agli altri per giocarci tutti insieme è veramente grande. Un grazie di cuore.

Giovanni | scritto 28/06/08

...entrando sulle passerelle di ferro mi sono trovato su un galeone e seduto su in cima all'albero maestro, con sotto la distesa del mare. Siamo partiti costeggiando una terra brulla e a un certo punto sono apparsi elefanti inferociti che correvano veloci. La musica mi porta con la fantasia in una grotta enorme con stalattiti e stalagmiti umide e gocciolanti, nel mare e sul galeone. Ripartiamo: da lontano sulla costa si celebra un rito strano con misteriosi idiomi inneggianti e accompagnati da danze felici. Il viaggio continua tra coste lussureggianti di verde, giungla, per rientrare al porto da dove siamo partiti, con grande allegria, feste e gioioso benessere. Grazie di questo viaggio pieno di emozioni.

Alfredo | scritto 28/06/08

L'uomo si trova in un mondo sconosciuto in cerca della realtà, realtà della vita presente e futura.

Jacopo | scritto 28/06/08

Viaggiare con la mente attraverso passato, presente e futuro. Lasciarsi cullare dalle vele che sbattono. Quelle vele che ci portano lontani attraverso i fiordi della mente. Grazie.

M. | scritto 28/06/08

Un grande lavoro! Ogni elemento è stato studiato fino all'ultimo dettaglio. La musica che ci rapina, il vento che ci fa vicino il cielo, con i testi che si leggono sulle vele. Complimenti!!!

Letizia | scritto 28/06/08

Grazie, sono immersa in una valle d'incanto,
Il vento / mi porta / in luoghi oscuri / infiniti / nel semibuio / nel dolore / e nella gioia…
Il mio cuore / all'unisono suona / la mia pelle vibra nell'aria...
Grazie, grazie, grazie… Meraviglioso

Loris | scritto 26/06/08

Vorrei avere la capacità per esprimere con parole semplici tutto ciò che ho visto. Ma poiché non riesco a comunicare se non con immagini… domani sera ne "vedremo" delle belle…
Esperienza fantastica, fantastica…

Luciano | scritto 26/06/08

Ho viaggiato in modo intenso, ho scoperto essenze di profumi sconosciuti, ho immaginato luoghi umidi e luoghi aperti, ho galleggiato su una vasta distesa di acqua, sono entrato in una atmosfera vera però irreale. Sono felice di aver visto (immaginato), udito e sentito cose che mai avrei pensato di fare. Grazie.

Ida | scritto 26/06/08

Questa sera inaspettatamente ho viaggiato non so dove, non so in quale epoca. Dapprima in una nave, magari quella di Ulisse. Ad un certo punto, su un aliante sui cieli del nord. Ho chiuso gli occhi e ho sentito quanto è bella la vita.

J.A. | scritto 26/06/08

Viaggio, percorso senza meta, sospensione, il tempo in un istante, tutto.

Francesca (15 anni) | scritto 26/06/08

Speciale e unico; non credo che molti miei amici possano raccontami una cosa del genere...! Veramente bello e originale, un altro ricordo estivo! Grazie.

Laura | scritto 26/06/08

Un senso di calore, riposo e libertà... leggerezza molto piacevole. Grazie.

Paolo B. | scritto 26/06/08

Un viaggio lungo tre anni, ma forse una vita, forse di più. E ancora, sempre, comunque, come fosse la prima volta. Mi ergo in cielo e sento il pulsare della terra. Fratello mio, grazie.

AnnaMaria | scritto 26/06/08

L'aria inebriante sulla faccia, il mio corpo trasparente, trapassato… Una danza soffice… Valerìe dolce ricordo, vestita di bianco, ti muovi in una danza divina. Tu, eterna madre mia… dentro di me, mi hai attraversato e mi hai fatto vedere coi tuoi occhi il posto meraviglioso dove ti trovi ora, mi hai fatto sentire col tuo corpo evanescente il vortice meraviglioso di profumi inebrianti che ti circondano... mi perdo... sono leggera... pura energia e pace... Il mondo terreno si è fermato... Grazie per avermi fatto entrare in PARADISO!

AnnaMaria | scritto 26/06/08 (dopo la seconda esperienza)

Il secondo giro...
Chi mi aveva dolcemente rapito per mostrarmi le meraviglie del suo mondo, dolcemente mi ha preso in braccio e mi ha adagiato piano sul letto di sorprese che è la mia splendida vita. Mi ha preso per mano e mi ha affidato a un fido guerriero che mi proteggerà per sempre...

Massimo | scritto 26/06/08

Il mare salato… ma anche l'erba, vecchie stanze scure, l'umido che ti avvolge prima del temporale... mio zio! I miei ricordi, quelli che non sapevo di avere… il più intimo me stesso, nel vostro lavoro... Sono stato io o siete stati voi?? Ho corso, ho pianto, sono rimasto in ginocchio! Grazie amici!

sempre Massimo | scritto 26/06/08, un po' più tardi

PS. Siete un po' bastardi… Avete pensato al viaggio di andata. Ma come torniamo indietro?

Jenky | scritto 25/06/08

Una fantastica esperienza. Un viaggio interiore attraverso se stessi.

L. | scritto 25/06/08

Un viaggio oltre il pensiero. Grazie davvero. Mi sono serviti cinque minuti per scrollarmi le ali che questa dolce esperienza mi aveva fatto spuntare!

Gianluca | scritto 25/06/08

Mi sono immerso completamente nelle voci che mi hanno portato e guidato in ricordi di infanzia e in prospettive di un futuro di navigante.

Michela | scritto 25/06/08

Un viaggio allo stesso tempo inquietante ma libero. Da provare.

Alessandro | scritto 25/06/08

Di ciò di cui non si può dire, si può soltanto tacere…

Michele | scritto 25/06/08

Un viaggio che mi ha fatto riscoprire l'importanza dell'interiorità. Complimenti e grazie dell'ottimo lavoro!

Vittorio | scritto 25/06/08

...è un viaggio al centro dell'universo!!! Bellissimo.

Damiana | scritto 25/06/08

Viaggi poetici e intensi. Grazie!

Rossella | scritto 25/06/08

Il mio viaggio era in un paese antico, forse perché son dedita a ricerche appassionanti sul pensiero vedico e romano.

Rachele | scritto: 24/06/08

L'acqua e il vento, l'aria, un viaggio assoluto e senza fine. La luce immagina e contiene la vita. Grazie.

Gioconda | scritto 24/06/08

La realtà ha superato le aspettative. Bellissimo. Grazie del vostro lavoro.

Adriano | scritto 24/06/08

Un grazie di cuore per questa meravigliosa esperienza in un turbine di emozioni sensoriali.

Chiara | scritto 24/06/08

... Grazie

Sabina | scritto 24/06/08

Complimenti per tutta l'organizzazione, ma soprattutto per la pace, la tranquillità e le emozioni che ci hai trasmesso con questo viaggio. Una sinestesia di immagini, suoni e profumi!!

Stefania | scritto 24/06/08

Esperienza densa di significati.

Gabriella | scritto 24/06/08

Grazie del bellissimo viaggio

Cristina | scritto 23/06/08

Fuori dalla chiesa, seduta sui gradini di pietra, aspetto. La grande porta di legno si socchiude. Compaiono volti carichi di emozione: sorrisi, occhi lucidi, mani tese, la voglia di raccontare, o di tornare. E le loro voci parlano di tante emozioni, diverse tra loro: mare, oasi nel deserto, vento, passato, profumi… Ciascuno ha vissuto un suo viaggio, tra sé, con sé. E ne è tornato… un po' più ricco, e forse un po' più felice. Tutto questo arricchisce anche me. Grazie.

Imaire | scritto 23/06/08

Un viaggio nel vento del deserto… La cassa centrale mi sembrava la faccia di E.T. che mi spiava… O forse era solo suggestione…

Eugenio | scritto 23/06/08

Un coinvolgente viaggio nella giungla…

Lory | scritto 23/06/08

Uno splendido viaggio in mezzo al mare…

Margherita | scritto 23/06/08

Che emozione! Commovente la rarefatta elegante intensità, la possibilità di libero essere e spaziare… rimanendo presenti alla direzione. Grazie a tutti.

Giulia | scritto 23/06/08

Mi sembrava di stare in un'oasi verde, fresca, ricca d'acqua e di frutta, in mezzo al deserto. Senso di profondo respiro. Sollievo. Grazie.

Stefano | scritto 23/06/08

L'acqua, il vento, la terra e la sua forza, quasi di terremoto, ma non distruttivo seppur intimissimo. Grazie a tutti voi.

Amedeo | scritto 23/06/08

Forze dal suono primordiale avvolgono la Coscienza conducendola progressivamente nel percorso storico della sua Evoluzione. I suoni della natura ben si integrano in un tutt'uno con i suoni delle passioni umane. Questo fa ben sperare per l'individuo, che si accorga come l'origine di ogni manifestazione anche primordiale, - ben rappresentata da Esehcrut -, diventi fonte creativa per se stesso. Grazie per il magnifico momento.

Daniela | scritto 23/06/08

L'esperienza con Esehcrut è stata trascinante, perchè porta a ritrovare un illimitato mondo di creatività. Al ritorno del viaggio di Esehcrut, perchè tale lo definisco, ci si ritrova carichi di energia inventiva. Ti ringrazio per questa originale rappresentazione

Davide | scritto 22/06/08

Un viaggio di ritorno.

aleria | scritto 22/06/08

Un magnifico viaggio onirico.

Elisa | scritto 22/06/08

Grazie per il viaggio, un meraviglioso viaggio che mi ha portato attraverso le magie del tempo e dello spazio.

C. | scritto 22/06/08

Andrea, che a quasi undici anni è il più giovane dei nostri viaggiatori, esce dalla chiesa fingendo di cadere. Ci racconta di alcuni momenti così rilassanti da fargli venire voglia di dormire, e altri così emozionanti da fargli saltar fuori il cuore. Era come essere immersi in una grande vasca d'acqua dolce, freschissima, ci dice.

Giulia | scritto 21/06/08

Un viaggio alla riscoperta di emozioni sopite, perdute… emozioni della mia infanzia… immagini, suoni, colori, puro sogno.

P. | scritto 21/06/08

Dalle 23.55 del 21 giugno alle 00.25 del 22, il mondo deve essere stato impegnato, gli uomini devono aver corso, parlato, guidato, amato. Noi… non so… siamo stati da qualche parte, altrove.
Grazie, Luigi.

Amedeo | scritto 21/06/08

Un dono meraviglioso. Grazie, grazie.

Daniela | scritto 21/06/08

Grazie molte – momento molto coinvolgente e spaziale.

Francesca e Andrea | scritto 21/06/08

Un'esperienza unica… non esiste un solo sostantivo che possa esprimere appieno tutte le sensazioni provate… Grazie.

Sonia e Luca | scritto 21/06/08

... dispersi nell'immenso delle nostre menti...

RB | scritto 21/06/08

Un viaggio dello spirito su di un veliero bellissimo, e storie narrate, come compagni di viaggio! Un bel solstizio. Grazie.

Angiola | scritto 20/06/08

Non ho opposto resistenze, come sempre, d'altronde. Quindi, trasportata letteralmente, ho lasciato il mio corpo terreno e, uscita da esso, leggera, libera, ho potuto assaporare tutta la bellezza e la soavità di questa navigazione magica. Ed ora, anche se terminata in questi meravigliosi trenta minuti, nulla per me si è concluso. Anzi, in questo momento sento forte e cristallino il desiderio di intraprendere altre entusiasmanti navigazioni. Grazie di cuore.

Beatrice | scritto 20/06/08

Non ci sono parole per esprimere la grande emozione provata. La mia razionalità mi ha fatto inizialmente resistere, ma poi il vento mi ha abbracciata e trasportata in un viaggio di suoni, musiche e parole senza fine. È stato bellissimo. Grazie.

Manuel | scritto 20/06/08

Grazie per l'abbandono del corpo al sentire della pancia.

Tiziano | scritto 20/06/08

Ho ascoltato la fantasia della VITA, ho viaggiato condotto dal vento… la voce femminile del Mistero mi ha commosso… il viaggio continua… GRAZIE!!!

Carolina | scritto 20/06/08

Esperienza multisensoriale… riuscita!! Nel mare del giorno... la riscoperta dell'acqua. Grazie!

Maria Carla | scritto 20/06/08

Uno si trova in una navicella spaziale e vola vola nell'universo, per poi scoprire di essere dentro se stesso. Grazie.

Marilisa | scritto 20/06/08

Meraviglioso e Meravigliante...

Maria Carla | scritto 20/06/08

Grazie, Luigi, del volo immenso nella meraviglia.

Rosy | scritto 20/06/08

Grazie del magnifico ed emozionante viaggio.

Valeria | scritto 20/06/08

È un'Opera prodigiosa. In un luogo particolarmente ricercato e magico si possono udire suoni e canti superiori, che si elevano con fervore per accompagnarti in un viaggio molto lontano, dove vorresti restare, perché al ritorno, questa Musica... viene a mancare.

Chiara | scritto 20/06/08

Mezz'ora in cui non pensare ad altri che a sè stessi, in cui dialogare con il proprio io e con gli elementi che ti avvolgono: acqua, aria, suoni e profumi. Esehcrut è stata per me un'esperienza di ascolto intenso e coinvolgente, un'esperienza breve - e per questo ancora più preziosa - che auguro a tutti di poter vivere.

Amedeo | scritto 14/06/08

Un'anteprima di qualche secondo veramente coinvolgente! Cosa accadrà quando mi immergerò in Esehcrut...?

Francesco | scritto 14/06/08

Grazie di Cuore!!!