Blog: L'Arte per l'Evoluzione

La Luna nel Cerchio
17 agosto 2013 - Letture ad alta voce tra gli alberi della motta


Un cerchio di parole. Ci piaceva l'idea di un "circolo" di lettori sotto la luna piena: un cerchio di condivisione ed espansione delle nostre letture preferite o delle nostre scritture. Abbiamo lanciato l'idea, proponendo un filo conduttore per una serata. Hanno risposto Poeti, Lettori, Ascoltatori... Ed è così, dal contributo di ciascuno, che è nata La Luna nel Cerchio.

La motta. Il luogo d'incontro è magico: la 'motta' di Treville (Castelfranco Veneto TV) è una strana collinetta che da tempi immemori spunta in un prato, coronata da un cerchio di dodici alberi (i bagolari). Dentro il cerchio, alla luce delle candele, noi e le parole...


La motta di Treville di Castelfranco Veneto


C'è buio, i grilli cantano a piena voce, tra i rami dei bagolari si affaccia la luna. Nell'abbraccio degli alberi ci mettiamo in ascolto: respiriamo parole-visioni, parole-emozioni, parole-pensate, parole-vissute (e vive), parole-appassionate... La luna piano piano si sposta tra i rami, segnando a modo suo, nel cerchio-orologio dei dodici bagolari, lo scorrere del tempo: "Sono passati tre bagolari" osserva Franco alla fine. Ma è un tempo diverso, un tempo che resta, radicato nella terra e proteso nel cielo, come i nostri alberi.

Il filo conduttore di questo primo Cerchio è la frase che conclude il nostro Manifesto L'Arte per l'Evoluzione. Molte e diverse le declinazioni. "La società nuova sarà un ecosistema, in dinamico equilibrio e fondato sulla Bellezza: Bellezza nella vita quotidiana, nelle relazioni, nelle architetture."


La motta di Treville di Castelfranco Veneto


Le voci:

Franco Berton legge:
Il senso della Bellezza, di Franco Berton
Débol l'è 'l parfun, di Luciano Cecchinel

Adriana Gloria Marigo legge:
L'architettura è l’arte..., di Renzo Piano
Il velo che non separa, di Adriana Gloria Marigo
Alla luna che mi colse di stupore, di Adriana Gloria Marigo
L'altra nudità, di Juan Ramon Jiménez

Maria Cristina Leardini e Franco Berton leggono:
I ponti, di Ivo Andrić

Sara Tamburello legge:
Agorà, di Luigi Alberton
La bellezza era tutta attorno a me, di Rabindranath Tagore
Afferro le sue mani, di Rabindranath Tagore

Eros Olivotto legge:
La poesia, di Pablo Neruda
Ciò che non ho saputo, di Fernando Pessoa
A volte poi, di Eros Olivotto


Maria Cristina Leardini legge:
Il problema del quattro, di Ermanno Bencivenga
La terra degli unicorni, di Ermanno Bencivenga

Sara Tamburello legge:
La levata del sole, di Achille Campanile

Gian Carlo Zizola legge:
In un posto qualsiasi (il mito di Ulisse), di G.C. Zizola
La quiete, di Gian Carlo Zizola

Maria Cristina Leardini legge:
Nell'arca, di Wisława Szymborska

Franco Berton legge:
Commiato, di Franco Berton

Ulisse Fiolo legge:
Ben sapendo, di U. Fiolo
Sotto-sopra, di U. Fiolo
L'odissea silenziosa dell'eterno..., di U. Fiolo
Le Radici del Cielo – e viceversa ("Il giardiniere cosmico"), di U. Fiolo


Ringraziamo Bruno Tarraran per le foto della motta
ed Erminia Boccacin per le foto della serata.

La Luna nel Cerchio è un'iniziativa di Immaginario Sonoro
realizzata in collaborazione con Vivens – Rete Biocentrica.


La motta di Treville di Castelfranco Veneto




Facebook Twitter Vimeo YouTube Amazon
Invia

COMMENTI

nome
email
città
commento
codice
  Copia questo codice nel campo qui sopra: BI6cLx2
 

COMMENTI


Adriana Gloria Marigo | 18/08/13

* Alla Motta di Treville, nella stanza vegetale i bagolari in cerchio sono custodi di noi che abbiamo nominato, consegnato la voce al pensiero del cuore che si radica, si leva, si eleva verso l'arco stellato della notte di pianura, verso la Luna in maestà appartata tra i rami.* A.G.M

Erminia Boccacin | 17/08/13

Bellissima iniziativa, piena di energia di versi e cuore. Grazie.

Daniele Roccoberton | 18/07/13

Uffaaa.... che peccato non poter esserci! Sono in mare dalmato in quei giorni. Buonericche letture